“A Dance and a Hop” Reviewed in All About Jazz Italy

December 21st, 2015

BermanADanceAndAHop

Già nel titolo è celato il carattere del CD: una danza e un salto. Leggerezza, equilibrio in continuo divenire, senso della melodia e del disegno globale. E anche brevità, luminosità, seppure percorsa dalle inflessioni dolenti del blues, da inserti agrodolci, meditativi. Da increspature del suono tornito della cornetta di Josh Berman, che scivola talvolta in avvitamenti, effetti gutturali, brontolii, timbri strozzati, sovracuti laceranti. Sintomi del blues che percorrono tutto questo lavoro, non solo nel brano intitolato così.

Fin dalle prime note risalta la forte coesione del trio: insieme a Berman ci sono il contrabbasso di Jason Roebke e la batteria di Frank Rosaly. Due musicisti che sulla scena di Chicago condividono da molto tempo le avventure musicali del leader, e che definiscono con precisione ogni dettaglio della musica, facendola respirare, giocando sull’integrazione costante più che sull’interplay. Le voci si corrispondono nella tensione verso culmini espressivi, negli abbandoni improvvisi, nelle digressioni timbriche. Si intersecano nella creazione costante di un disegno d’insieme, di una forma, attraverso brani che non superano i cinque minuti. Molti di essi restano attorno ai tre.

È proprio la concisione uno dei pregi di questo album splendido. Il trio si pone in contrasto dialettico con le altre formazioni di Berman, il quintetto Old Idea e l’ottetto denominato His Gang, dove anche i brani sono più dilatati. Il bravo tornitore di suoni Berman si esprime con una qualità lirica che ricorda alcuni grandi delle origini, tra i quali fa capolino Bix Beiderbecke. Nel contempo spinge avanti con sottile intelligenza: narra e sperimenta. Seduce l’ascoltatore senza enfasi e lo avvolge in un sottile vortice.

Magico.

Track Listing: Hang Ups; Blues; Wooden; Tine/Trouble; Your Uncle; Mint; That’s Now; Luggage; Bridges; Today’s Date; Cold Snap.

Personnel: Josh Berman: cornetta; Jason Roebke: contrabbasso; Frank Rosaly: batteria.

By Giuseppe Segala

Originally published December 21st 2015 at http://www.allaboutjazz.com/a-dance-and-a-hop-josh-berman-delmark-records-review-by-giuseppe-segala.php